Cosa significa DOP?

Marchio DOP

Etichetta - olio extravergine d'oliva

D.O.P. significa Denominazione di Origine Protetta. E’ un marchio istituito dalla comunità europea nel 1992 nell’interesse dei produttori e dei consumatori per la tutela dei prodotti agroalimentari di pregio.

Questo marchio garantisce mediante rigorosi controlli non solo la provenienza ma anche la genuinità, la tipicità, l’elevata qualità chimico-fisica ed organolettica degli oli e delle olive, esaltando il legame tra il prodotto e il territorio e conseguentemente tra il prodotto e le tradizioni, la storia, la cultura, il paesaggio delle aree interessate.

La D.O.P., infatti, è attribuita dall’Unione Europea solo agli oli e alle olive di pregio prodotti in zone fortemente vocate alla coltivazione dell’ulivo, da cui prendono il nome e traggono le specifiche caratteristiche di eccellenza.

Le D.O.P. di questa suggestiva area della Sicilia, che si trovano nella provincia di Trapani, si ottengono da una varietà di olivo figlia di questo territorio, la Nocellara del Belice che copre l’area olivicola per circa il 95%, il Etichetta - olive da tavolarestante 5% è un insieme di altre cultivar autoctone, tipo biancolilla e giarraffa che fungono da impollinatrici, essendo la Nocellara del Belice androsterile.
Le D.O.P. vengono così denominate: D.O.P. “Valle del Belice” per l’olio extravergine di oliva, che comprende 6 comuni: Campobello di Mazara, Castelvetrano, Partanna, Santa Ninfa, Salaparuta e Poggioreale; D.O.P.”Nocellara del Belice” per le olive da tavola che comprende 3 comuni che sono Campobello di Mazara, Castelvetrano e Partanna.

E’ l’unico caso in cui da un solo prodotto “oliva” si ottengono due D.O.P. (olio – oliva). Essendo la Nocellara del Belice una cultivar a duplice attitudine, si possono ottenere olive da tavola o olio extravergine di pregio a secondo dell’epoca di raccolta.